Maria Diletta Veluti

Dove eravamo rimasti.

È trascorso quasi un mese da che ci siamo aggiornati. Da quell’ultima volta mi sembra trascorso un tempo infinito! Ciò è dipeso soprattutto dal fatto che la fine dell’anno è stata abbastanza turbolenta, sia per me che per la mia famiglia. Siamo stato colpiti dal ben temuto quanto famoso COVID.

Dopo un primo momento di sconforto, in cui mi sono concessa di essere triste e di perdermi nella mia frustrazione, ho azzittito i pensieri negativi, convertendoli in magia.

Come?

Scrivendo, ovviamente.

La scrittura si è dimostrata, come sempre, catartica. È stata la mia valvola di sfogo, o meglio il mezzo tramite cui ho potuto fuggire dalla realtà per immergermi in un mondo nuovo.

Ho scritto e sistemato vari capitoli. Più di quanto avessi programmato!

Insomma, non solo ho rispettato la promessa del precedente articolo ma l’ho addirittura superata, con un balzo lunghissimo.

La voglia di veder pubblicata la mia storia, e di poterne toccare le pagine con sopra le mie parole stampate, è troppo intensa da convincermi a non investirci molte, forse troppe, delle mie energie.

Oggi, come già promesso tramite la mia pagina Facebook e Instagram, ti lascio un’immagine che ti permetterà di scoprire un po’ di più su cosa tratterà la mia opera.

Fai scatenare la tua fantasia… e presto mi dirai se la tua immaginazione ha centrato il bersaglio o l’ha schivato.

Fonte: Google – Immagini

Altro spoiler.

Una delle mie ultime ricerche:

nell’epoca in cui è ambientata la mia storia, per scrivere si usano le penne di volatili.

Io, ora, torno a lavorare. Dopotutto sono sempre seduta dietro allo schermo del computer appena ne ho la possibilità!

Ah no, in uno di questi giorni sono anche andata dalla parrucchiera a fare un piccolo cambiamento: sono tornata del mio colore naturale, ossia castana. Ops!

Prima di salutarti ti ricordo che, se vuoi ricevere queste anticipazioni in tempo reale, ti puoi iscrivere alla Newsletter… io ti aspetto a bordo!

Maria Diletta Veluti